Approvato il bilancio di previsione 2013

Mantenere il welfare, non aumentare la pressione fiscale: scelta chiara e inequivocabile quella dell’Amministrazione comunale di Genzano, esposta dal Sindaco e dall’Assessore Romagnoli in fase di approvazione del bilancio. “Siamo riusciti a chiudere il bilancio in pareggio – ha detto il Sindaco Flavio Gabbarini – mantenendo tutti i servizi senza aumentare né le tasse né le tariffe e per la prima volta dopo anni abbiamo le Farmacie comunali in attivo”. “Imu, addizionale Irpef, rifiuti, mensa scolastica, scuolabus: tutto è rimasto invariato rispetto all’anno scorso – ha affermato l’Assessore Romagnoli – ma nonostante ciò siamo riusciti a salvaguardare e sviluppare tutti gli statuti di stato sociale del comune di Genzano”.

 

Il bilancio 2013 non è però soltanto welfare: un’attenzione particolare è stata infatti posta dall’Amministrazione comunale sull’abbattimento dei costi di funzionamento della macchina amministrativa, la sicurezza, i temi ambientali e lo sviluppo di una città sempre più vivibile, sostenibile e accogliente. Resta fermo l’impegno nei confronti della pulizia della città e della manutenzione del verde, mentre la prossima settimana partirà il cantiere per la costruzione dell’isola ecologica che porterà, nel giro di brevissimo tempo all’avvio del porta a porta per il quale è già stata espletata la gara. Sul fronte lavori pubblici “siamo riusciti a trovare i soldi per il rifacimento della pavimentazione di via del Lavoro e via Achille Grande – ha proseguito Gabbarini –, a breve dovremmo riuscire a ripristinare il manto stradale su viale Emilia Romagna e a far partire i lavori di ristrutturazione del mercato coperto mentre si prospettano buone possibilità anche per la realizzazione da parte della Provincia di Roma del parcheggio tra viale Fratelli Rosselli e via Generale Dalla Chiesa”.

 

“Nel frattempo – ha comunicato l’Assessore al bilancio Romagnoli – siamo in attesa di una risposta da parte dell’Assessorato alla cultura della Regione Lazio al quale abbiamo chiesto dei fondi per il completamento del teatro comunale”. Previsto, inoltre, un progetto di videosorveglianza della città, l’inizio di un programma di sperimentazione della durata di un anno per rendere più efficiente la gestione della sosta a pagamento e l’avvio della discussione sull’utilizzo di Palazzo Sforza Cesarini.​