MENU

Comune di Genzano di Roma

Tassa rifiuti – TARI

Informazione: Le bollette della TARI 2019 sono in lavorazione, saranno recapitate nella seconda metà di marzo.
Le scadenze delle rate sono le seguenti:
Prima rata: 29 marzo 2019
Seconda rata: 16 maggio 2019
Terza rata: 16 luglio 2019
Quarta ed ultima rata: 16 ottobre 2019

Rata unica: 16 giugno 2019

DESCRIZIONE DEL TRIBUTO
È tenuto al pagamento della tassa chi possieda, occupi o detenga a qualunque titolo locali ed aree ubicati nel territorio del Comune, a qualsiasi uso destinati.

Tariffe

La tariffa è composta da una quota fissa ed una variabile ed è ​articolata nelle fasce di utenza domestica e di utenza non domestica.
Per le utenze domestiche la quota fissa della tariffa è determinata applicando alla superficie dell’alloggio le tariffe per unità di superficie parametrate al numero degli occupanti; la quota variabile della tariffa è determinata in relazione al numero degli occupanti risultanti in anagrafe al primo gennaio dell’anno di riferimento.
Per le utenze non domestiche sia la quota fissa che variabile sono determinate applicando alla superficie imponibile le tariffe per unità di superficie riferite alla tipologia di attività svolta

A tal fine è necessario denunciare ogni nuova conduzione/occupazione e ogni eventuale variazione per:

  • cambiamento di abitazione o trasferimento di sede dell’attività entro la città;
  • trasferimento in altro Comune o cessazione dell’occupazione o conduzione dei locali ed aree tassabili (denuncia di cessazione), ai fini della cancellazione dal ruolo della tassa;
  • variazione della metratura e/o della destinazione d’uso , a suo tempo dichiarata, dei locali occupati (denuncia di variazione).

N.B.: La tassa non viene applicata automaticamente sulla base dell’espletamento delle pratiche anagrafiche quindi la denuncia anagrafica per il cambio di abitazione o di residenza non è sostitutiva della denuncia ai fini dell’applicazione o della cessazione della tassa.

Presentazione delle denunce
La dichiarazione deve essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo alla data in cui:
a) ha inizio il possesso o la detenzione di locali ed aree assoggettabili al tributo;
b) si verifica la variazione di quanto precedentemente dichiarato;
c) si verifica la cessazione del possesso o detenzione dei locali ed aree precedentemente dichiarate L’applicazione della tassa decorre dal primo giorno del mese solare successivo a quello in cui si è verificato il fatto, con relativo recupero delle somme dovute.
Le variazioni del numero dei componenti del nucleo famigliare così come risultanti dalle certificazioni anagrafiche del Comune, se intervenute successivamente alla presentazione della dichiarazione iniziale o di variazione, non sono oggetto di dichiarazione.
Riduzione tariffaria per le utenze domestiche che avviano rifiuti al compostaggio
Alle utenze domestiche che abbiano avviato il compostaggio dei propri scarti organici ai fini dell’utilizzo in sito del materiale prodotto si applica la riduzione prevista dall’art.11 del vigente Regolamento Albo Compostatori. La riduzione è subordinata alla presentazione, entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento, di apposita istanza, attestante di aver attivato il compostaggio domestico in modo continuativo nell’anno di riferimento e corredata dalla documentazione attestante l’acquisto dell’apposito contenitore.

Riduzione tariffaria per distanza cassonetti
È applicata, su richiesta del contribuente da presentare presso l’ufficio tributi, una riduzione qualora i cassonetti prossimi all’abitazione siano più distanti di 500m. La percentuale di riduzione varia a seconda della distanza.
Dal momento in cui verrà attivata la raccolta differenziata porta a porta verrà meno l’applicazione di tale riduzione.

Riduzione tariffaria per produzione rifiuti speciali
Nella determinazione della superficie tassabile delle utenze non domestiche non si tiene conto di quella parte ove si formano di regola, ossia in via continuativa e nettamente prevalente, rifiuti speciali non assimilati e/o pericolosi.

Agevolazioni (art.19 del vigente regolamento TARI)
occupazioni realizzate da enti e associazioni che abbiano come oggetto sociale l’assistenza e la beneficenza rivolta a categorie sociali bisognose o nel caso di manifestazioni patrocinate, con apposito provvedimento, dal Comune. L’attività di assistenza e beneficienza dovrà essere prevalente rispetto a quella complessivamente esercitata.
Nei nuclei familiari a cui appartengono soggetti diversamente abili con un’invalidità riconosciuta superiore o pari all’80%, come da attestazione risultante dai verbali delle commissioni sanitarie delle Aziende Sanitarie Locali.
per locali ad uso abitazione occupati esclusivamente da persone anziane (ultra 70enni) sole o in coppia con altro anziano (ultra 70enne) situate in unità immobiliari di tipo civile, economico o popolare (A/2, A/3, A/4, A/5), purché non superino il seguente reddito annuo lordo imponibile ai fini fiscali, comunque accertato:

  • euro 16.000,00 annui (se nucleo o coppia);
  • euro 13.000,00 annui (se persona sola).

Per usufruire delle riduzioni di cui al presente articolo occorre presentare apposita richiesta attestante i requisiti necessari (scaricare l’apposita autodichiarazione presente in basso) , corredata da idonea documentazione da presentarsi entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento. La riduzione della tassa decorre dal primo giorno del mese successivo a quello in cui si verifica il presupposto.

Responsabile del procedimento

Ufficio Tributi
Dott.ssa Simona Macri

A chi rivolgersi in caso di inerzia

Area Economico-finanziaria
Dott. Giuseppe Sifonetti

Ufficio al quale rivolgersi per informazioni

Ufficio Tributi
Per gli orari degli uffici clicca QUI

Ufficio e modalità di presentazione dell’istanza

URP – Ufficio Relazioni con il pubblico

Modulistica

Per la modulistica clicca QUI