MENU

Comune di Genzano di Roma

Carta d’identità elettronica

Dal 18 settembre 2017 la Carta di Identità Elettronica sostituisce obbligatoriamente il tradizionale documento d’identità.

L’introduzione della Carta d’Identità Elettronica, prevista dalla legge n.125 del 6 agosto 2015, vuole incrementare i livelli di sicurezza degli strumenti di identificazione dei cittadini attraverso l’utilizzo di supporti dotati di dispositivi anticlonazione e anticontraffazione adeguati agli standard internazionali.
Gradualmente tutti i Comuni italiani avranno l’obbligo di emettere esclusivamente la Carta d’Identità Elettronica, che potrà essere utilizzata per richiedere l’identità digitale sul Sistema pubblico di identità digitale – attraverso il quale accedere ai servizi erogati online dalle pubbliche amministrazioni – e sarà valida come documento di viaggio in tutti i paesi dell’Unione Europea.

La nuova C.I.E prevede altresì la facoltà per i cittadini maggiorenni di indicare il consenso o diniego alla donazione di organi.

Caratteristiche

La nuova Carta è di forma rettangolare, ha le stesse dimensioni della tessera sanitaria, della carta di credito e della patente ed è dotata di un microprocessore per proteggere i dati e l’immagine dell’intestatario/a da contraffazioni.
La nuova carta, oltre al codice fiscale e la firma digitale acquisisce le impronte digitali del cittadino.
La Carta di identità elettronica è, inoltre, un documento multifunzione: è predisposta per consentire l’autenticazione in rete e per ottenere l’identità digitale sul Sistema Pubblico delle Identità Digitali (SPID). Attraverso l’accesso tramite SPID, il cittadino e la cittadina possono fruire dei servizi on line erogati dalle Pubbliche Amministrazioni e dai privati. In più, semplifica l’uso all’estero come documento di identificazione, perché ha le medesime funzionalità del «passaporto elettronico», grazie alla presenza del un microprocessore interno.
Il processo di emissione è gestito centralmente dal Ministero dell’Interno – titolare del progetto e garante di emissione e rilascio della Carta e dell’autenticità dei dati dei cittadini – tramite l’istituto Poligrafico e Zecca dello Stato che la produce e la consegna per posta all’abitazione dell’intestatario entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta presentata al comune. Il documento elettronico, pertanto, non si ritirerà più allo sportello ma bisognerà attendere il recapito postale a domicilio, a cura del Ministero degli Interni.
In alternativa, il richiedente potrà chiedere che la Carta di Identità Elettronica sia spedita presso il Comune, dove potrà essere ritirata una volta trascorso il termine di consegna comunicato.
Al momento della richiesta viene rilasciata una copia della richiesta con i dati del cittadino, il numero del documento in corso di emissione e la prima parte del pin e del puk validi per l’autenticazione in rete. La seconda parte dei codici verrà consegnata con la carta.
Per i casi particolari rivolgersi direttamente allo sportello.

Quanto alla Carta di Identità cartacea si precisa che la stessa potrà essere richiesta esclusivamente nei casi di reale e documentata urgenza relativamente a:

  • richieste ur​genti per motivi di salute, viaggio, consultazione elettorale e partecipazione a concorsi o gare pubbliche e ai cittadini iscritti all’Aire;
  • persone cui l’Agenzia delle entrate abbia rilasciato un codice fiscale provvisorio “numerico” o i cui dati anagrafici non risultino “allineati” con l’Anagrafe;
  • quando, per motivi tecnici, non possa essere rilasciata la CIE​​.

Procedimento diretto al rilascio/rinnovo/duplicato del documento di riconoscimento

R.D.18.6.1931, n.773; R.D. 6/5/1940 n. 635,· D.L.n.112/2008 conv. L.n.133/2008; Circolare Min.lnterno n.15/2011; D.P.R. n.445/2000, D.L. n.5/9.2.2012, art.7 conv. L n.35/2012, D.P.R. n.649/1974; D.L. n. 1 78/2015,art.10 comma 3, convertito dalla Legge 125/2015, Decreto Min. 1/nterno 23 dicembre 2015.
II documento di identità è rilasciato o rinnovato con la validità prevista dal documento rilasciato e scadenza nel giorno corrispondente al compleanno del titolare. È possibile rinnovare il documento di identità a partire da 180 giorni prima della scadenza e fino a sei mesi dopo. Al momento del rilascio o rinnovo della carta di identità è possibile esprimere il proprio consenso/diniego alla donazione degli organi e tessuti.

Per i MAGGIORENNI (validità decennale) occorre:

Una fototessera, in formato cartaceo, recente, su fondo chiaro, posa frontale, a capo scoperto, salvo le esenzioni per motivi religiosi. I tratti del viso devono essere comunque ben visibili, senza occhiali scuri (ovvero in formato elettronico, inviata per e-mail all’indirizzo: anagrafe@comune.genzanodiroma.roma.it )
Carta d’identità scaduta o in scadenza oppure un valido documento di riconoscimento. Nel caso di mancanza del documento valido occorre la presenza di due persone maggiorenni, munite di documento d’identità valido, che in base a fatti concreti (parentela, affinità, vicinato, ecc) siano in grado di testimoniare l’identità del richiedente.
Se il documento deve essere valido per l’espatrio, occorre compilare e sottoscrivere una dichiarazione, su modello fornito allo sportello, in cui si dichiara di non trovarsi in nessuna condizione che ne impedisca il rilascio. In assenza di tale dichiarazione, verrà apposta la dicitura “non valida per l’espatrio”.
Per le persone appartenenti ad un Paese membro dell’Unione Europea occorre presentare il passaporto o la carta di identità e l’attestato di regolarità di soggiorno o di soggiorno permanente.
Per le persone non appartenenti alla U.E. passaporto e permesso di soggiorno non scaduto, rilasciato dalla Questura competente; se scaduto possono presentarlo insieme alla richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno.
In caso di deterioramento, furto o smarrimento della carta d’identità in corso di validità, per richiedere il duplicato occorre inoltre: consegnare la vecchia carta deteriorata oppure, nel caso di furto o smarrimento, esibire l’originale e rilasciare copia della denuncia presentata presso le autorità di Pubblica Sicurezza (NELLA DENUNCIA DEVONO ESSERE INDICATI I DATI DEL DOCUMENTO).
Non è possibile chiedere il duplicato se si cambia residenza, abitazione, professione o Stato Civile.

Per i MINORENNI (validità triennale per i minori di 3 anni, quinquennale per minori tra 3 e 18 anni) occorre:

Una fototessera, in formato cartaceo, recente, su fondo chiaro, posa frontale, a capo scoperto, salvo le esenzioni per motivi religiosi.

Per la carta  “non valida per l’espatrio”:
è necessaria la presenza del minore allo sportello anagrafico munito di un documento di riconoscimento, accompagnato almeno da un genitore (o da chi esercita la potestà genitoriale). Se il minore non è in possesso di un documento di identità, è necessaria, in mancanza di entrambi i genitori, la presenza di una persona maggiorenne, munita di documento d’identità valido, che in base a fatti concreti (parentela, affinità, vicinato, ecc.) sia in grado di testimoniare l’identità del minore. Se il minore non appartiene ad un Paese membro della Unione Europea, deve essere munito di passaporto e permesso di soggiorno e accompagnato da un genitore con passaporto e permesso di soggiorno. Se il minore appartiene alla U.E., deve essere munito di passaporto o carta d’identità del paese di appartenenza e attestato di regolarità di soggiorno o di soggiorno permanente e accompagnato dai genitori con passaporto o carta di identità e attestato di regolarità di soggiorno o di soggiorno permanente.

Per la carta  “valida per l’espatrio” occorre:

  • essere cittadino italiano;
  • presentarsi allo sportello con entrambi i genitori (o con chi ne fa le veci), i quali devono dare assenso all’espatrio, firmando e dichiarando sul modulo l’assenza di motivi ostativi all’espatrio. Se uno dei due genitori non può presentarsi, l’altro dovrà presentarsi con l’assenso scritto del genitore assente, su modulo fornito dall’ufficio anagrafe con allegata fotocopia del documento di identità. In mancanza di tale assenso, occorre l’autorizzazione del giudice tutelare;
  • la firma del minore solo se questi ha compiuto 12 anni.

Modalità di reperimento informazioni relative al procedimento in corso

L’interessato potrà ricevere le informazioni relative al procedimento in corso presso l’ufficio dove è iniziato il procedimento oppure seguire le istruzioni indicate nel “Riepilogo dati di spedizione del documento” che troverete nella documentazione rilasciata al momento della richiesta.

Termine

La carta d’identità elettronica non è rilasciata “a vista”; essa sarà consegnata a mezzo posta, entro sei giorni lavorativi, all’abitazione di residenza dell’intestatario. Il richiedente può richiedere che la consegna a mezzo posta avvenga presso l’Ufficio Anagrafe, nel qual caso, dopo i sei giorni, dovrà presentarsi nuovamente allo sportello per il ritiro.

Effettuazione dei pagamenti

Come da verbale di deliberazione della Giunta Comunale n. 174 del 05/12/2018 il corrispettivo dovuto per il rilascio delle carte d’identità elettroniche rispettivamente di:

€. 22,00 per il primo rilascio e il rinnovo;

€. 27,00 per il rilascio di un duplicato (smarrimento, furto o deterioramento);

a partire dal 1° aprile 2019 tale importo dovrà essere versato con le seguenti modalità:

  • Pagamento diretto a mezzo POS con carte di credito o di debito allo sportello carte d’identità dell’Ufficio Anagrafe;
  • Versamento diretto, senza aggravio di costo, effettuato presso la Tesoreria Comunale – Banca di Credito Cooperativo Colli Albani, negli orari di apertura dell’agenzia bancaria e della filiale delle sedi site in Via S. Silvestri, 113 e Via G. Garibaldi, 15 con causale del versamento: “emissione carta identità elettronica per Sig./Sig.ra ____________ ”;
  • Ricevuta di Bonifico bancario all’ IBAN: IT59 YO89 5139 1300 0000 0357 890 con causale del versamento: “emissione carta identità elettronica per Sig./Sig.ra ____________ ” effettuato almeno due giorni lavorativi antecedenti la richiesta di rilascio della carta d’identità elettronica.

Entrambe le ricevute originali del versamento effettuato dovranno essere presentate, all’atto della richiesta di emissione della c.i.e., presso l’Ufficio Anagrafe del Comune (1° piano).

Carta di identità per cittadini residenti in altro Comune

Per chi è residente in altro comune, il rinnovo della carta d’identità può avvenire con documento precedente già scaduto, smarrito o rubato, e per gravi e comprovati motivi a recarsi presso il proprio comune di residenza, allegando la relativa documentazione.
Il servizio viene erogato previa autorizzazione del comune di residenza. La carta d’identità viene rilasciata solo dopo aver acquisito tale autorizzazione.
In caso di smarrimento o furto della carta di identità precedente occorrono due testimoni al momento del rilascio della nuova carta di identità. ​