MENU

Comune di Genzano di Roma

Denuncia di morte

Sommario

Stato civile
Denuncia di morte e autorizzazione al seppellimento
Autorizzazione alla cremazione
Affido dell’urna cineraria
Dispersione delle ceneri
Certificati di Stato civile
Modulistica di Stato civile

 

La denuncia di morte è la dichiarazione che deve essere resa all’Ufficiale di Stato Civile del Comune dove si è verificato l’evento affinché questi possa redigere il relativo atto di morte inserendolo nell’apposito registro di Stato Civile. Qualora il luogo del decesso non sia identificabile con certezza, l’atto di morte sarà redatto dall’Ufficiale di Stato Civile del Comune in cui il cadavere è stato deposto.
L’atto di morte contiene le generalità del defunto: nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza, cittadinanza, stato civile e, nel caso, nome e cognome del coniuge. (DPR 396/2000 – Ordinamento dello stato civile).

Avvio procedimento

La denuncia di morte deve essere resa entro 24 ore dal decesso presso l’ufficio di Stato Civile da:

Caso 1 – Se il decesso è avvenuto in un Istituto del territorio (Ospedale, Casa di Cura, e comunque luoghi in cui sia presente persona con qualifica di Direttore o Capo Convivenza) un responsabile dell’Istituto trasmetterà comunicazione scritta del decesso all’Ufficio oppure una persona incaricata*, unitamente alla scheda ISTAT e all’accertamento di morte.

Caso 2 – Se il decesso è avvenuto presso l’abitazione in tal caso un familiare, un delegato o un’altra persona a conoscenza del decesso o un’altra persona incaricata* dovrà recarsi all’Ufficio di Stato Civile, munito di documento di riconoscimento, e consegnare l’Avviso o dichiarazione di morte redatto dal Medico curante ed avallato dal Medico Necroscopo dell’A.S.L. * per persona incaricata si intendono le Agenzie Funebri che si occupano di svolgere tutte le pratiche burocratiche.

* per persona incaricata si intendono le Agenzie Funebri che si occupano di svolgere tutte le pratiche burocratiche.

Dopo la denuncia di morte viene rilasciata l’autorizzazione al seppellimento:

  • in caso di morte naturale, direttamente dal Comune;
  • in caso di morte accidentale o violenta, dal Comune previo nullaosta rilasciato dalla Procura;
  • in caso di morte per malattia infettiva, dal Comune a cui compete informare l’Ufficio di Igiene dell’A.S.L. mediante scheda riportante le generalità del defunto e la causa di morte; della causa della morte viene informata anche l’impresa incaricata del servizio funebre in quanto dovrà adottare per il seppellimento tutti gli accorgimenti fissati dalla legge.

Con l’entrata in vigore della legge sulla privacy, sul permesso di seppellimento non viene indicata la causa di morte che viene comunicata solo alle autorità preposte al servizio.

Documenti da presentare

  • Scheda ISTAT compilata dal medico, in duplice originale;
  • Avviso o dichiarazione di morte compilato su modello prestampato fornito dal Comune;
  • Modulo di accertamento di morte rilasciato dal medico competente;
  • Documento di identità del dichiarante, in corso di validità.

L’Ufficiale di Stato Civile provvede alla stesura dell’atto di decesso e a rilasciare, non prima delle 24 ore dopo la morte, l’autorizzazione al seppellimento, consegnata alle Imprese di pompe funebri.

Dopodiché invia comunicazione dell’avvenuto decesso al Settore Anagrafe e, se il defunto aveva un’età superiore ai sedici anni, al Casellario Giudiziale presso il Tribunale ed alla Procura della Repubblica affinché annoti, in calce all’atto di nascita, la morte.

Dopo il rilascio dell’autorizzazione al seppellimento provvede inoltre a dare comunicazione del decesso al Settore Stato Civile del Comune di residenza del defunto e ad inviare copia autentica dell’atto di morte, per la relativa trascrizione sui registri di Stato Civile.

In caso di minori superstiti (morte di entrambi i genitori) all’Ufficio compete informare, entro 10 gg., con comunicazione scritta, il Giudice Tutelare del Tribunale.

Costo

La denuncia di morte non prevede spese, eccetto n. 2 marche da bollo da Euro 16,00 necessarie al rilascio dell’autorizzazione al trasporto richiesta di autorizzazione al trasporto

Termine procedimento

L’Ufficiale di Stato Civile, in presenza di tutti i documenti necessari, riceve la dichiarazione o l’avviso di morte e redige immediatamente il relativo atto.

Recapiti e Servizio di reperibilità

Ufficio di Stato civile Telefono 06 93711239-226
Per il sabato ed i giorni festivi è attivo un servizio di reperibilità al numero: 3487078100

Informazioni relative al procedimento in corso

L’interessato potrà ricevere le informazioni relative al procedimento in corso presso l’ufficio competente negli orari di apertura e nelle modalità previste (telefono, email/pec).

Modulistica

Dichiarazione di morte-delega

Normativa di riferimento