MENU

Comune di Genzano di Roma

Referendum costituzionale 29 Marzo 2020 – Sospeso

Notizie in evidenza

 

Avvisi

 

06/03/2020 SOSPENSIONE DELLE OPERAZIONI REFERENDARIE. Il Ministero dell’ Interno con circ. n. 17/2020 del 06 marzo 2020 informa che, in relazione alle misure per il contrasto, il contenimento , l’informazione e la prevenzione sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID19, le operazioni  connesse al procedimento referendario sono sospese con effetto immediato, con riserva di successive indicazioni. La nuova data sarà decisa entro il 23 marzo. 
Circolare n. 35/2020 Prefettura di Roma

 

 

La riunione della Commissione Elettorale per la nomina degli scrutatori e per la formazione della prescritta graduatoria dei componenti supplenti, si terrà in seduta pubblica tra il giorno 04 marzo 2020 alle ore 13.30 presso la Casa Comunale, salvo revoca.

 

Quando, dove e come si vota

Indizione del referendum costituzionale ex art. 138 della Costituzione per l’approvazione del testo della legge costituzionale concernente “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 240 del 12 ottobre 2019.

con il seguente quesito:

«Approvate il testo della legge costituzionale concernente “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – Serie generale – n. 240 del 12 ottobre 2019?».

Quando si vota
Le votazioni si svolgeranno domenica 29 marzo 2020, i seggi rimarranno aperti dalle ore 7 alle ore 23.

Chi può votare
Possono votare tutti i cittadini italiani iscritti nelle liste elettorali del Comune e che avranno compiuto il 18° anno di età il 29 marzo 2020.

Dove si vota
L’elettore deve presentarsi al seggio con un documento di identità valido e la tessera elettorale. Il seggio dove l’elettore deve recarsi è indicato sulla tessera elettorale, sotto la sezione riportante i dati anagrafici dell’elettore.

Elenco sezioni elettorali con vie


Tessere elettorale

Gli elettori sono invitati a verificare se sono in possesso della tessera.

  • In caso di smarrimento, deterioramento o esaurimento degli spazi per la certificazione del voto, gli elettori possono chiedere il rilascio di una nuova tessera presso l’Ufficio elettorale negli orari di apertura al pubblico.
  • In caso  di rettifica dei dati personali verrà rilasciata una nuova tessera con le generalità esatte previo ritiro di quella precedente con le generalità errate.
  • In caso di cambio di abitazione nel Comune, l’elettore riceve al domicilio un tagliando adesivo di aggiornamento della sezione elettorale e del luogo di votazione, da applicare sulla tessera elettorale.

Per quanto riguarda le tessere dei nuovi elettori (ovvero i cittadini che hanno trasferito la loro residenza nel Comune di Genzano di Roma) si segnala che l’Ufficio elettorale sta provvedendo alla consegna delle stesse mediante i Messi comunali.

La tessera NON recapitata al domicilio dell’elettore può essere ritirata presso l’ufficio elettorale del Comune nella settimana delle consultazioni  (24-29 Marzo 2020) nei seguenti orari:

Lunedì 24 – Venerdì 27 Marzo 2020
09-12 /15-17.30
Sabato 28 Marzo 2020
09-18.30 (orario continuato) 
Domenica 29 Marzo 2020
07-23 (giorno della consultazione e si osserverà l’orario di votazione)


Come votare
Il 29 marzo 2020 i cittadini italiani vengono chiamati a votare per il referendum costituzionale, di cui riportiamo testualmente il quesito:

Approvate il testo della legge costituzionale concernente “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana – serie generale – n. 240 del 12 ottobre 2019?“.

Per quanto attiene la modalità di voto, ciascun elettore può:

  • apporre un segno sul SI se desidera che la norma sottoposta al Referendum entri in vigore
  • apporre un segno sul NO se desidera che la norma sottoposta a Referendum non entri in vigore

 

VOTO ALL’ESTERO



Voto degli italiani residenti all’estero (iscritti all’AIRE)

In occasione del Referendum del 29 Marzo 2020 i cittadini italiani residenti all’estero (iscritti all’AIRE) potranno votare per posta: a tal fine, si raccomanda di controllare e regolarizzare la propria situazione anagrafica e di indirizzo presso il proprio consolato.

E’ però possibile, in alternativa, scegliere di votare in Italia presso il proprio Comune di iscrizione elettorale  comunicando al Consolato per iscritto la propria scelta (OPZIONE) entro il giorno 8 Febbraio 2020 .

L’opzione deve  pervenire direttamente  all’Ufficio consolare (e non al Comune)  entro il giorno 8 Febbraio 2020. Tale comunicazione può essere scritta su carta semplice e – per essere valida – deve contenere nome, cognome, data, luogo di nascita, luogo di residenza e firma dell’elettore, accompagnata da fotocopia di un documento di identità del dichiarante.

Modello di opzione degli elettori residenti all’estero per l’esercizio del diritto di voto in Italia


Voto degli italiani temporaneamente all’estero (non iscritti all’AIRE)

In occasione del  Referendum del 29 Marzo 2020  i cittadini italiani residenti in Italia ma temporaneamente all’Estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche per un periodo di almeno 3 mesi (nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione) ed i loro familiari conviventi (per essi la legge non richiede il periodo previsto di 3 mesi di temporanea residenza all’estero) potranno votare all’estero per corrispondenza: a tal fine dovranno fare domanda al proprio Comune di iscrizione elettorale  entro il 26 febbraio 2020.

La dichiarazione di opzione, redatta su carta libera e corredata di copia di un documento di identità valido dell’elettore, dovrà pervenire al Comune di iscrizione nelle liste elettorali, entro il 26 febbraio 2020 

  • tramite posta (dovrà pervenire tassativamente entro il 26 febbraio) o consegnata a mano al Comune di Genzano di Roma (Via Italo Belardi n. 81);
  • Fax 06/93711294
  • Inviata via email all’indirizzo elettorale@comune.genzanodiroma.roma.it o via PEC all’indirizzo protocollo@comunegenzanodiromapec.it

Allegati:

Modello per elettori temporaneamente all’estero
Stati in cui non è ammesso il voto per corrispondenza
Circolare n. 15/2020 Prefettura di Roma

 

VOTO A DOMICILIO e VOTO ASSISTITO


Voto a domicilio per elettori affetti da infermità
(Ai sensi dell’ art. 1, D.L. 3/1/2006, n. 1, convertito con modifica dalla L. 27/01/2006, n. 22, come modificato dalla L. 7/5/2009, N. 46)

Gli elettori affetti da gravissime infermità tali da impedire l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano e gli elettori affetti da grave infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione, devono far pervenire al Sindaco/Commissario Straordinario del Comune, nelle cui liste elettorali sono iscritti, la dichiarazione attestante la volontà di esercitare il diritto di voto presso la propria abitazione, nel periodo tra il giorno Martedì 18 febbraio e il giorno lunedì 9 marzo 2020 (scadenza del termine)

La domanda di ammissione al voto domiciliare deve indicare l’indirizzo dell’abitazione in cui l’elettore dimora con un recapito telefonico e deve essere allegata:

– copia della tessera elettorale ;
– certificazione sanitaria rilasciata da un funzionario medico designato dagli organi dell’azienda sanitaria locale con data non anteriore al 45° giorno antecedente la data della votazione (il certificato quindi deve avere una data successiva al 12 Febbraio 2020). In particolare, il certificato medico dovrà riprodurre l’esatta formulazione normativa di cui all’art. 1 D.L. n. 1/2006

Dichiarazione voto a domicilio Referendum 29-03-2020


Voto assistito in favore degli elettori non deambulanti o portatori di handicap
(Ai sensi dell’art. 55 del D.P.R. n. 361/1957, come modificato dalla L. 5 febbraio 2003, n. 17, e dell’ art. 29, comma 3, della legge n. 104/1992)

Gli elettori affetti da gravi infermità, fisicamente impediti nell’espressione autonoma del voto (i ciechi, gli amputati delle mani e gli affetti da paralisi o altro impedimento di analoga gravità, i portatori di handicap di natura psichica, quando la loro condizione comporti altresì una menomazione fisica in grado di incidere sulla capacità di esprimere materialmente il voto) possono votare con l’assistenza di un accompagnatore, un familiare o un’altra persona liberamente scelta, purché l’accompagnatore sia iscritto nelle liste elettorali di un qualsiasi comune della Repubblica.
Occorre presentare all’Ufficio elettorale del Comune la richiesta di apposizione sulla tessera elettorale di un particolare timbro (AVD) che eviterà loro di doversi munire di volta in volta, in occasione di ogni consultazione, dell’apposito certificato medico. La richiesta deve essere corredata di apposita certificazione sanitaria, rilasciata dall’AUSL, attestante l’impossibilità permanente ad esercitare autonomamente il diritto di voto.
Sulla tessera elettorale dell’accompagnatore, all’interno di uno degli spazi per la certificazione del voto, il presidente del seggio deve fare apposita annotazione  del “diritto al voto assistito” dell’avvenuto assolvimento di tale funzione. Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un disabile.

 

PROPAGANDA ELETTORALE


Assegnazione spazi di affissione per la propaganda elettorale
(artt. 1 e 4, L. n. 212/1956; art. 52, L. n. 352/1970; istruzioni ministeriali)

In occasione delle consultazioni referendarie, ai sensi dell’art. 52 della Legge 25 maggio 1970, n. 352 e s.m.i., l’assegnazione degli spazi di affissione elettorale è destinata ai partiti o gruppi politici  rappresentati in Parlamento nonché’ ai comitati  promotori del referendum (circolare n. 23/2020 Prefettura di Roma).

Lunedì 24 febbraio 2020  (ovvero 34° giorno antecedente quello di votazione) – Scadenza del termine entro il quale devono pervenire al Commissario Straordinario del Comune le domande di coloro che intendono eseguire affissioni di propaganda elettorale.

Allegati:

 

Agevolazioni tariffarie per i viaggi degli elettori


In occasione del Referendum Costituzionale del 29 marzo 2020, gli elettori che si recheranno a votare nel proprio comune di iscrizione elettorale potranno usufruire delle agevolazioni di viaggio che verranno applicate da enti o società che gestiscono i relativi servizi di trasporto.

Circolare n. 33/2020 della Prefettura di Roma

 

Normativa di riferimento


DPR del 28 gennaio 2020 “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, pubblicato nella Gazzetta ufficiale – Serie generale n. 23 del 29 gennaio 2020.

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/01/29/20A00671/sg