P6184709.JPG
Manifestazione di carattere religioso, storico e folkloristico, l’Infiorata è unatradizione che accompagna Genzano di Roma dal lontano 1778 e che ogni anno colora la città in concomitanza con il Corpus Domini.
Riconosciuta dal ministero del Turismo ‘Patrimonio d'Italia per la tradizione’ quale «espressione della capacità di promuovere il turismo e l’immagine nazionale e di valorizzare la storia e la cultura del territorio con un’interpretazione adeguata ai tempi di oggi», quest’anno è in programma per il 9, il 10 e l’11 giugno.
Con il suo splendido tappeto fiorito che si estende per quasi 2.000 metri quadratinell’antica via Livia (oggi via Italo Belardi), l’Infiorata è un’arte trasmessa di padre in figlio, messa generosamente a disposizione di chi voglia prestare occhi, mani, testa e cuore per tramandare questa magnifica tradizione. 
Lungo l’elenco di petali, foglie, terre e cortecce necessari per la realizzazione dei quadri dalle infinite sfumature.Oltre ai circa 415.000 steli di garofano si trovano: ginestra, sausa, finocchiella, seme di pino, crisantemo, corteccia di pino, nero vite, granturco, riso, salvia, peperoncino, grano, soia, bucce di pinoli, origano, nero caffè, crusca, nero pigna.
Suggestive le attività legate alla realizzazione vera e propria dell’Infiorata: si parte il giovedì con lo ‘spelluccamento’ dei fiori – separazione dei petali dalle corolle e loro divisione per colore in cassette che vengono custodite nelle grotte sotterranee del Palazzo comunale–e la preparazione delle essenze, per poi passare alla preparazione dei disegni sul selciato il venerdì e conseguente posa dei petali tra il sabato sera e la domenica mattina.La tradizione religiosa trova il suo culminela domenica pomeriggio nella Solenne Processione del Corpus Domini sulla via Infiorata; il lunedì il tappeto floreale viene attraversato da un corteo di musiche e colori che, grazie alla presenza della banda musicale e del gruppo folkloristico locale, invade le vie cittadine. La manifestazione si chiude con lo ‘spallamento’, quando i bambini correndo dalla scalinata della Chiesa di Santa Maria della Cima disfano i quadri infiorati. 
Per festeggiare l’importante traguardo raggiunto si è scelto un tema che potesse dare libero sfogo all’arte dei maestri infioratori. Da qui il titolo: L’Infiorata di Genzano di Roma. 240 anni di storia, arte e tradizione. Ospite dell’edizione 2018 Veronica Montanino – artista romana dedita alla pratica del camouflage, del remix e dell’utilizzo delle vernici multicolor – che per l’occasione esporrà le sue opere a Palazzo Sforza Cesarini.